Forum di Skuola.it Aprile 23, 2014, 09:37:46 am *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
 
   Indice   Aiuto Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: orazio coclite e clelia  (Letto 4658 volte)
giadii
Freshman di Skuola.it
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1


Mostra profilo
« inserita:: Ottobre 20, 2008, 01:03:44 pm »

Inizio: etrusci duce porsenna iam in urbem ponte sublicio
Fine: omnibus consentientibus statua equestris in foro
Autore:

 Sorriso
Registrato
seneca
Amministratore
Skuola.it Aficionado
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1119



Mostra profilo
« Risposta #1 inserita:: Ottobre 20, 2008, 07:28:46 pm »

posso darti solo una parte

Etrusci, duce Porsena, iam in urbem ponte Sublicio irrupturi erant, cum Horatius Cocles extremam pontis partem occupavit et fortiter pugnans hostium impetum sustinuit, dum commilitones post eius tergum pontem rescindunt. Postea cum vidit, ponte rescisso, patriam periculo imminenti liberatam, armatus se in tiberim mersit. Dii immortales, horatii virtute commoti, incolumitatem ei praebuerunt: nam neque altitudine deiectus (qui sta a sign. tuffo) quassatus nec pondere armorum pressus ne telis hostium quidem (qui "ne...quidem" sta a sign. neppure) laesus, flumen tranavit et ad suos (qui "suos" ha valore di sostantivo, quindi sign. concittadini) salvus pervenit. Itaque Horatius Cocles in se convertit oculos omnium: et civium, inter laetitiam et metum haesitantium, et hostium, admiratione stupentium. Is enim unus(= da solo) scuto suo urbi praesidio fuit. iure Etrusci Roma exeuntes dixerunt: "Romanos vicimus, ab Horatio victi sumus". Eadem tempestate etiam Cloelia inclitum facinus confecit.
Nam ea, cum aliis virginibus romanis obses Porsenae data, e custodia hostium nocturno tempore effugiens,equum conscendit, celeriter flumen transiit et domum suam rediit. Hac re gesta, Cloelia non solum vinculis se solvit sed etiam hostium metu patriam liberavit et, omnibus consentientibus, statua equestris in foro honoris causa ei posita est.


TRADUZIONE
Gli etruschi, col comandante Porsenna, erano ormai sul punto di irrompere in città dal ponte Sublicio, dove Orazio Coclite occupò la parte esterna del ponte e contrastò la forza del nemico combattendo con più vigore, quando i suoi compagni recisera il ponte al di la delle spalle di Orazio. Successivamente, una volta tagliato il ponte, essendosi reso conto che la patria era liberata dall'imminente pericolo, si gettò armato nel Tevere. Gli dei immortali, commosi da tale virtù di Orazio, gli garantirono l'immunità: infatti, non scosso dall'altezza del lancio,non schiacciato dal paso dell'armature e neanche ferito dalle frecce del nemico, nuotò nel Tevere e giunse salvò dai suoi concittadini.
Registrato

Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.7 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!

Skuola.it © 2012 - Tutti i diritti riservati - P. IVA: 04592250650 - CONTATTACI