╚ importante frequentare buone compagnie


GRECO

ITALIANO

Forse molti tra coloro che vanno dicendosi filosofi potrebbero affermare che mai chi è giusto può diventare ingiusto, nÚ chi è saggio tracotante, e neppure colui che ha appreso qualcun’altra delle discipline di cui è (possibile) l’apprendimento, potrebbe diventare ignorante in nessuna di esse. Io però su queste cose non la penso così: vedo infatti che, come quelli che non esercitano il fisico non sono in grado di svolgere le funzioni fisiche, così chi non esercita lo spirito non è in grado di svolgere le attività proprie di esso; infatti non può nÚ fare nÚ evitare quello che si deve. Perciò anche i padri tengono lontani i figli dagli uomini perversi, pur se essi sono assennati, convinti che frequentare uomini dabbene sia esercizio della virtù, mentre frequentare uomini malvagi (ne rappresenti) l’annientamento. E lo attesta anche il poeta che dice: "Apprenderai cose positive da uomini positivi, ma se tu intavolerai rapporti con malvagi, rovinerai anche la saggezza che possiedi".