Antifonte biasima Socrate


GRECO

ITALIANO

Una volta Antifonte, volendo portargli via i compagni, avvicinatosi a Socrate mentre essi erano presenti, gli disse queste cose: \"O Socrate, io pensavo che quelli che si dedicano alla filosofia dovessero diventare più felici; ma mi sembra che tu abbia ottenuto il contrario dalla filosofia. (Tu) davvero hai un tenore di vita che neppure uno schiavo tenuto a regime dal padrone potrebbe sopportare; mangi cibi e bevi bevande modestissimi, ed indossi una veste non solo da poco, ma (che è sempre) la stessa d’estate e d’inverno, e vivi scalzo e senza chitone. E per di più non accetti denaro, che rallegra coloro che (lo) acquistano e rende la vita più libera e più piacevole a coloro che (lo) possiedono. Se dunque, come appunto i maestri delle altre discipline rendono i discepoli loro imitatori, così anche tu farai diventare i (tuoi) compagni simili a te, sappi che sei un maestro di infelicità\".