Il culto della dea Nerto (Tacito)

LATINOITALIANO

Langobardi et Reudigni et Aviones et Anglii et Varini et Eudoses et Suarines et Nuitones in commune Nerthum, id est Terram matrem, colunt eamque intervenire rebus hominum, invehi populis arbitrantur. Est in insula Oceani castum nemus, dicatumque in eo vehiculum, veste contectum; attingere uni sacerdoti concessum. Is adesse penetrali deam intellegit vectamque bubus feminis multa cum veneratione prosequitur. Laeti tunc dies, festa loca quaecumque adventu hospitioque dignatur. Non bella ineunt, non arma sumunt; clausum omne ferrum; pax et quies tunc tantum nota, tunc tantum amata, donec idem sacerdos satiatam conversatione mortalium deam templo reddat. Mox vehiculum et vestis et, si credere velis, numen ipsum secreto lacu abluitur. Servi ministrant, quos statim idem lacus haurit. Arcanus hinc terror sanctaque ignorantia, quid sit illud quod tantum perituri vident.

I Longobardi, i Reudigni, gli Avioni, gli Angli, i Varini, gli Eudosi, i Suarini e i Nuitoni venerano tutti quanti Nerto, cioč la Terra madre, e sono convinti che essa intervenga nelle faccende degli uomini (e) si rechi a far visita alle (sue) genti. C´č, in un´isola dell´Oceano (Atlantico), un boschetto inviolato, ed in esso (c´č) un carro consacrato (alla dča), coperto da un panno; toccar(lo) č concesso solo al sacerdote. Costui percepisce che la dča č presente nel penetrale e (la) segue con molta venerazione (mentre č) trasportata (sul carro trainato) da vacche. Allora (sono) giorni di gioia, (sono) in festa tutti i luoghi che la dča degna della sua visita e del suo soggiorno. (I popoli) non intraprendono guerre, non prendono le armi; ogni arma (č) chiusa (in casa); la pace e la tranquillitŕ solo allora (sono) conosciute, solo allora (sono) amate, finché il medesimo sacerdote (non) riporti al tempio la dča, sazia della compagnia dei mortali. Poi si lava(no) in un lago appartato il carro, il panno e, se vuoi crederci, la dča stessa. Svolgono (questa) mansione dei servi, che subito (dopo) il medesimo lago inghiotte. Di qui un oscuro terrore ed una inviolabile ignoranza (di) cosa sia quella cosa che soltanto uomini destinati a morire possono vedere.