Non tutti i filosofi vivono una vita degna dei loro insegnamenti


LATINOITALIANO

Quotusquisque philosophorum invenitur, qui sit ita moratus, ita animo ac vita constitutus, ut ratio postulat? Qui disciplinam suam non ostentationem scientiae, sed legem vitae putet? Qui obtemperet ipse sibi et decretis suis pareat? Videre licet alios tanta levitate et iactatione, ut is fuerit melius non didicisse, alios pecuniae cupidos, gloriae non nullos, multos libidinum servos, ut cum eorum vita mirabiliter pugnet oratio. Quod quidem mihi videtur esse turpissimum. Ut enim, si grammaticum se professus quispiam barbare loquatur aut si absurde canat is qui velit se haberi musicum, hoc turpior sit, quod in eo ipso peccet cuius profitetur scientiam, sic philosophus in vitae ratione peccans hoc turpior est, quod in officio, cuius magister esse vult, labitur, et artem vitae professus, delinquit in vita.

Chi si riesce a trovare tra i filosofi che si comporti, pensi e viva esattamente come richiede la ragione? Che consideri la sua dottrina non come una ostentazione di sapere, bensì come una legge di vita? Che si sottometta senza costrizioni a se stesso e che obbedisca ai suoi precetti? È possibile vederne alcuni così frivoli e boriosi, che per loro sarebbe stato meglio che non avessero studiato, altri avidi di denaro, taluni (avidi) di gloria, molti schiavi delle passioni, al punto che il loro modo di parlare contrasta incredibilmente con la loro vita. E mi sembra proprio che questo sia molto vergognoso. Come infatti, se uno, che si è dichiarato letterato, parlasse in modo scorretto, o se cantasse in modo stonato uno che volesse essere giudicato esperto di musica, sarebbe proprio per questo più vergognoso, per il fatto (cioè) che sbaglierebbe in quella stessa materia in cui si dichiara esperto, così un filosofo che sbaglia nella (sua) condotta di vita, per questo è più spregevole, (cioè) per il fatto che fallisce nel compito di cui vuole essere maestro, e, dopo aver dichiarato di professare (= professus) l´arte della vita, sbaglia nella vita.