Gli antichi Ateniesi (Giustino)


LATINOITALIANO

Primi Athenienses Ianificii et olei et vini usum docuere. Arare quoque ac serere frumenta hominibus glande viventibus monstraverunt. Eorum primum regem Cecropem fuisse tradunt, qui matrimonia instituit. Huic successit Cranaus, cuius filia Atthis nomen regioni dedit. Post hunc Amphictyon regnavit, qui primus Minervae urbem sacravit et nomen civitati Athenas dedit. Huius temporibus aquarum inluvies maiorem partem populorum Graeciae absumpsit: Athenienses, diluvium timentes, cum nescirent quomodo se e certa morte eriperent et quo contenderent, partim in montes confugerunt, partim in Thessaliam ad regem Deucalionem, a quo genus hominum servatum esse dicunt. Per ordinem successionis deinde regnum ad Erechtheum descendit. Tenuit etiam Aegeus, Thesei pater, Athenis regnum. Post Aegeum Theseus ac deinceps Thesei filius Demophoon, qui auxilium Graecis adversus Troianos praebuit, regnum possedit.

Giustino, Hist. Phil. 2. 6 passim

Gli Ateniesi per primi insegnarono l´utilità della lavorazione della lana, dell´olio e del vino. Mostrarono agli uomini che vivevano di ghiande, anche ad arare e a seminare il frumento. Tramandano che il loro primo re fu Cecrope che istituì i matrimoni. A costui succedette Cranao, la cui figlia Attica diede il nome alla regione. Dopo costui regnò Anfizione che per primo consacrò la città a Minerva e diede alla città il nome di Atene. Ai tempi di costui un diluvio (lett.: un´inondazione di acque) fece morire la maggior parte dei popoli della Grecia: gli Ateniesi, temendo il diluvio, non sapendo come strappare se stessi a morte certa e dove scappare, si rifugiarono parte sui monti, parte in Tessaglia dal re Deucalione , dal quale dicono che sia stato salvato il genere umano (lett.: la stirpe degli uomini). Per ordine di successione poi il regno passò ad Eretteo. Anche Egeo, padre di Teseo, tenne il regno ad Atene. Dopo Egeo possedette(ro) il regno Teseo e poi il figlio di Teseo Demofonte, che offrì aiuto ai Greci contro i Troiani.