Cronologia della
GERMANIA DI HITLER
(terzo Reich: 1933-45)

febb. 1920 Hitler fonda il N.S.D.A.P (Partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori)
Il programma ha già elementi razziali: cittadino è "solo chi è di sangue tedesco". Ma ci sono anche temi sociali: tutti i cittadini sono uguali per diritti e doveri; si condannano gli arricchimenti di guerra; si chiede la statalizzazione dei trust, la partecipazione agli utili delle grandi imprese, una riforma agraria, la protezione del "sano ceto medio".
nov. 1923 putsch di Monaco (Hitler, condannato a 5 anni, sconta 8 mesi e scrive il "Mein Kampf")
1932 si intensifica l'attività delle formazioni paramilitari: SA e SS; Lega rossa dei combattenti (comunista, del 1918); Fronte di ferro (della socialdemocrazia - SPD, e dei sindacati)
Si succedono consultazioni elettorali: il Nsdap ha 37% (marzo), 37% (lug.), 33% (nov.)
30 genn. 1933 Hitler Cancelliere; è chiamato da Hindemburg dopo alcune esitazioni
27 febb. 1933 incendio del Reichstag, attribuito ai comunisti; il giorno dopo Hindemburg "per la protezione della popolazione e dello Stato" abroga i diritti fondamentali della costituzione
5 mar. 1933 elezioni: il Nsdap ha il 44% dei seggi al Reichstag (maggioranza relativa) e con i tedesco-nazionali il 52%
13 mar. 1933 Göbbels è ministro "della propaganda e dell'informazione popolare"
mar.-lug. 1933 dalla legge per i pieni poteri (Hitler può agire senza alcun controllo istituzionale), allo scioglimento di sindacati e partiti, al controllo dei Länder, al Nsdap unico partito.
Con l'eliminazione degli avversari politici vengono istituiti i campi di concentramento (il primo è a Dachau, in marzo)
1 lug. 1933 Concordato con la Santa sede, nasconde le posizioni antireligiose e antiecclesiastiche
genn. 1934 patto di non aggressione e amicizia fra Polonia e Germania
30 genn. 1934 aboliti i parlamenti dei Länder: i loro poteri sono trasferiti al Reich
30 giu. 1934 notte dei lunghi coltelli: assassinio di avversari del nazismo e dei vertici delle SA
25 lug. 1934 assassinato il cancelliere Dollfus in Austria: l'intervento tedesco è impedito dall'Italia
agosto 1934 alla morte di Hindemburg, Hitler diviene Capo dello Stato e delle forze armate (convalida plebiscitaria col 90% dei voti favorevoli)
genn. 1935 la Saar torna alla Germania con un plebiscito; quindi riarmo terrestre ed aereo
5 sett. 1935 leggi razziali di Norimberga
7 mar. 1936 Militarizzazione della Renania (Hitler denuncia il Trattato di Locarno, del 1925)
ott. 1936 Asse Roma-Berlino (accordo diplomatico; il primo incontro fra Mussolini e Hitler è del giugno 1934); quindi, sostegno ai falangisti in Spagna
nov. 1936 Patto antikomintern con il Giappone (vs. Urss, Cina e Usa; l'Italia aderirà un anno dopo)
nov. 1937 Asse Roma-Berlino-Tokio
13 mar. 1938 annessione dell'Austria (Anschluss)
29 sett. 1938 con conferenza di Monaco (Italia, Germania, Inghilterra, Francia): annessione dei Sudeti
9-10 nov. 1938 notte dei cristalli: distruzione di negozi e abitazioni ebraiche, delle sinagoghe
mar. 1939 annessione della Cecoslovacchia
22 mag. 1939 Patto d'acciaio Italia-Germania (accordo militare)
23 ago. 1939 Patto Molotov-Ribbentrop (di non aggressione Germania-Urss; con clausole segrete)
I sett. 1939 invasione della Polonia (alleata di Francia e Inghilterra)
3 sett. 1939 Francia e Inghilterra dichiarano guerra alla Germania



POLITICA ESTERA DELL'ITALIA (anni '30)
(area d'interesse: Austria / Balcani / Africa nord orientale)

Fino al 1936 Mussolini difende l'Austria (cfr. i confini italiani acquisiti con la I guerra mondiale)
Mussolini si pone come mediatore fra Germania e Francia-Inghilterra
apr. 1935 Conferenza di Stresa (Italia, Inghilterra e Francia): intesa contro la denuncia unilaterale dei trattati e contro il riarmo tedesco
ott. 1935 aggressione italiana all'Etiopia, quindi occupazione
9 mag. 1936 Vittorio Emanuele III è Imperatore dell'Etiopia (Africa Orientale Italiana)

Dal 1936 l'Italia viene isolata per l'aggressione all'Etiopia =>
1936 Asse Roma-Berlino => Intervento nella guerra civile spagnola. Si evidenzia la superiorità economica e militare della Germania (interesse per l'Europa Nord orientale)
9 genn. 1937 alla conquista dell'Etiopia fa seguito anche l'introduzione di misure razziali (con le relative formulazioni ideologiche): per impedire il formarsi del meticciato italo-etiopico
1937 adesione al patto antikomintern => Asse Roma-Berlino-Tokio
1938 leggi antisemite: generalmente accolte con indifferenza, tuttavia applicate specie nella pubblica amministrazione
apr. 1939 occupazione italiana dell'Albania
22 mag. 1939 Patto d'acciaio Italia-Germania (accordo militare; oltre che diplomatico)