Federico III

(Innsbruck 1415 - Linz 1493), imperatore del Sacro romano impero (1440-1493) e con il nome di Federico IV re dei romani (1440-1486). Figlio di Ernesto d'Asburgo, duca di Stiria e di Carinzia (1377-1424), Federico venne eletto imperatore del Sacro romano impero e re di Germania nel 1440 e fu incoronato dal papa Niccolò V a Roma nel 1452. Per assicurarsi il sostegno papale, decise di rinunciare all'indipendenza della Chiesa tedesca, attirandosi in questo modo l'ostilità dei principi tedeschi; si dimostrò un sovrano debole e incapace di governare, e sotto di lui i territori degli Asburgo subirono ripetute invasioni. Vienna venne occupata dall'esercito ungherese di Mattia Corvino (1485) e fu liberata solo dopo cinque anni. Nonostante ciò, Federico riuscì a espandere i possedimenti della propria casata grazie al matrimonio tra il figlio Massimiliano e Maria di Borgogna, nel 1477. Nel 1486, quando Massimiliano fu eletto re di Germania, Federico lasciò il governo dell'impero nelle mani del figlio e si ritirò a Linz, dove si dedicò allo studio delle scienze.