Lucia incarna l'ideale romantico della figura femminile?

In generale , i critici dell'ottocento non capirono e non apprezzarono questo personaggio. A qualcuno parve  troppo idealizzato, troppo elevato, troppo distante, perché il lettore potesse sentirselo vicino e partecipare alle sue vicende. Il romanticismo aveva della donna una visione passionale che spesso fuorviava l'intelligenza e il buon senso maschile. Lucia invece è umile, prudente, semplice nel suo amore tacito e pudico e nelle sue sofferenze. Ha il cuore pieno della legge divina e cristianamente subisce la persecuzione, l'esilio, il rapimento. Ma analizzando a fondo la personalità di Lucia, si scopre che essa non è affatto quell'essere mite e passivo che sembra a prima vista; è una creatura viva con un temperamento forte, una volontà ferma, una personalità solida. E' lei a chiedere aiuto a frate Cristoforo, ad avere il coraggio di contrastare con la sua dolcezza e con la forza della sua fede in Dio il terribile Innominato. Ella desta interesse, esercita un ascendente in coloro che le stanno accanto, finanche su Gertrude, su l'Innominato, sui Bravi. La femminilità di Lucia è una femminilità sana, pulita, onesta, pura, è una femminilità non comune ma non per questo meno vera.