Lega Santa

Alleanza stretta nel 1511 dal papa Giulio II con i cantoni svizzeri, Venezia, Ferdinando II il Cattolico d'Aragona ed Enrico VIII d'Inghilterra perscacciare dall'Italia Luigi XII, dopo che questi aveva convocato a Pisa un concilio per farlo dichiarare decaduto. Col grido "Fuori i barbari!" Giulio II volle attribuire alla guerra, che ne seguì, l'aspetto di rivolta italiana contro l'invasore francese; in realtà era mossa da forze interessate a eliminare un competitore troppo pericoloso. I Francesi sbaragliarono la Lega a Ravenna (1512) sotto la guida di Gaston de Foix, ma la sua morte sul campo di battaglia impedì loro di cogliere i frutti della vittoria e dovettero ripassare le Alpi.