Canti del primo Novecento: Giovinezza

Gionivezza
Musiche di Giuseppe Blanc
Testo di Salvator Gotta, 1939, Inno trionfale del Partito Nazionale Fascista

Esegui il download seconda edizione
Esegui il download testi di tutte le edizioni (2,42Kb)


-*- Quarta edizione -*-

1. Salve o popole d'Eroi
Salve o patria immortale
Son rinati i figli tuoi
Con la f nell' ideale
Il valor dei tuoi guerrieri,
La virt dei tuoi pionieri
La vision dell' Alighieri
Oggi brilla in tutti i cuor.

|: Giovinezza, Giovinezza,
Primavera di bellezza
Della vita nell' asprezza
Il tuo canto squilla e va! :|

2. Dell' Italia nei confini
Son rifatti gli italiani;
Li ha rifatti Mussolini
Per la guerra di domani.
Per la gloria del lavoro
Per la Pace e per l'alloro,
Per la gogna di coloro
Che la patria rinnegar.

|: Giovinezza, Giovinezza,
Primavera di bellezza
Della vita nell' asprezza
Il tuo canto squilla e va! :|

3. I Poeti e gli artigiani
I signori e i contadini
Con orgoglio d'italiani
Giuran fede a Mussolini.
Non v' povero quartiere
Che non mandi le sue schiere
Che non spieghi le bandiere
Del fascismo redentor.

|: Giovinezza, Giovinezza,
Primavera di bellezza
Della vita nell' asprezza
Il tuo canto squilla e va! :|
-*- Seconda Edizione -*-

Allorch dalla trincea
suona l'ora di battaglia
sempre primo fiamma nera
che terribile si scaglia

Col pugnale nella mano,
con la fede dentro il cuore
egli avanza, v lontano
con la gloria ed il valor.

|: Giovinezza, Giovinezza,
primavera di bellezza
nella vita e nell'asprezza,
il tuo canto squilla e va. :|

Per Benito Mussolini, Eja-eja arara!

Col pugnale e con la bomba
nella vita del terrore
quando l'obice rimbomba
non mi trema in petto il cuore,

la mia splendida bandiera
il mio unico furore
una fiamma tutta nera
che divampa in ogni cuor.

|: Giovinezza, Giovinezza,
primavera di bellezza
nella vita e nell'asprezza,
il tuo canto squilla e va. :|

Per Benito Mussolini, Eja-eja arara!

Del pugnale al fiero lampo
della bomba al granfragore
tutti avanti, tutti al campo:
qui si vince oppur si muore!

Sono giovane e son forte,
non mi trema in petto il cuore:
sorridendo vo alla morte
pria di andare al disonor!

|: Giovinezza, Giovinezza,
primavera di bellezza
nella vita e nell'asprezza,
il tuo canto squilla e va. :|

Per Benito Mussolini, Eja-eja arara!