La volpe e il lupo al tribunale della scimmia Bookmark and Share


Testo originale
Lupus quidam olim vulpem accusabat. "Mearum rerum furtum quoddam fecisti" Hoc autem a vulpe negabatur: "Nihil egomet tuum abripui!" Postquam illi semel et iterum his et eiusmondi conviciis inter se frusta certaverant, controversiae suae iudicem simium quendam delegerunt, quo nullas animans neque iustior neque prudentior. Uterque causam suam apud simium peroravit, qui utriusque querimoniam acerrima mente audivit. Postea ab eo haec sentitia dicta est: "Tu, lupe, quae petis numquam perdidisti: tu vero, vulpes, quae negas haud dubie subripuisti". Quo iudicio neuter eorum absolutus est, at eorum uterque damnatus. Dicax Aesopi fabella hanc veritatem docet: quicumque suis mendaciis est notus, etiam si verum dicit, nemo ei fidem tribuit.
Traduzione
Una volta il lupo accusava la volpe: " Hai fatto un furto delle mie cose". Al contrario questo era negato dalla volpe: " Io non ho rubato nulla di tuo!". Dopo che quelli inutilmente avevano lottato tra loro insieme e nuovamente con questi e altri insulti, scelsero una scimmia come giudice della loro controversia, poichè non esiste nessun animale più giusto e prudente. Ciascuno dei due perorò la propria causa innanzi alla scimmia che ascoltò con severa mente entrambe le questioni. Dopo da questo fu detta tale sentenza: " Tu, o lupo, ciò che chiedi mai (lo) perdesti: tu in vero, o volpe, che neghi senza dubbio hai rubato". Con questo giudizio nessuno di loro fu assolto, ma al contrario fu condannato. La favola di Esopo insegna questa verità: chiunque è noto per le proprie bugie, anche se dice il vero, nessuno gli attribuisce fiducia

Skuola.it © 2018 - Tutti i diritti riservati - P. IVA: 04592250650 - Cookie&Privacy policy - CONTATTACI
ULTIME RICERCHE EFFETTUATE l arroganza del leone | plinio il vecchio naturalis historia vii 1 1 4 | plinio il vecchio naturalis historia 18 1 4 | non fuit tam inimica natura ut | la nonna il nipotino e il lupo | iulius caesar qui gallos domuerat | knlo | il sentiero dei nidi di ragno | cum magna di nostra molestia | sita carthago sic est sinus est