Le imbarcazioni dei Galli Bookmark and Share


Testo originale
Namque Gallorum naves tali modo factae armataeque erant: carinae aliquanto planae, ut nostrae naves,quo facilius vada ac decessum aestus acciperent; prorae admodum erectae atque item puppes, ad magnitudinem fluctuum tempestatumque adcommodatae; naves totae exstruebantur ex robore ut quamvis vim et contumeliam sustinerent; transtra ex pedalibus in altitudinem trabibus configebantur clavis ferreis digiti pollicis crassitudine; ancorae pro funibus ferreis catenis revinctae erant; pelles pro velis alutaeque tenuiter conficiebantur, sive propter lini inopiam atque eius usus inscientiam, sive quia tantas tempestates Oceani tantosque impetus ventorum sustineri ac tanta onera navium regi velis non satis commode posse putabant.
Traduzione
Ed infatti le imbarcazioni dei Galli erano costruite ed armate nella seguente maniera: avevano la carena piuttosto piatta, come le nostre navi, affinché resistessero più facilmente alle secche e alla bassa marea; le prore erano estremamente alte e così pure le poppe, adatte a sopportare la violenza dei flutti e delle tempeste; le navi erano completamente di rovere, capaci di resistere a qualsiasi urto e danno; le travi di sostegno, dello spessore di un piede, erano fissate con chiodi di ferro lunghi un pollice; le ancore erano legate non con funi, ma con catene di ferro; al posto delle vele usavano pelli e cuoio sottile e morbido, o a causa della mancanza di lino e all'incapacità di utilizzarlo, o perché credevano che le vele non potessero agevolmente reggere alle tempeste tanto violente dell'Oceano, ad un tale impeto dei venti e al peso della nave.

Skuola.it © 2018 - Tutti i diritti riservati - P. IVA: 04592250650 - Cookie&Privacy policy - CONTATTACI
ULTIME RICERCHE EFFETTUATE l arroganza del leone | plinio il vecchio naturalis historia vii 1 1 4 | plinio il vecchio naturalis historia 18 1 4 | non fuit tam inimica natura ut | la nonna il nipotino e il lupo | iulius caesar qui gallos domuerat | knlo | il sentiero dei nidi di ragno | cum magna di nostra molestia | sita carthago sic est sinus est